Notizie

Novità in edilizia

Postato in Notizie

In Edilizia si semplifica la realizzazione di varianti ai permessi di costruire che non costituiscono variazioni essenziali, assoggettandole alla SCIA, grazie al Decreto Semplificazioni approvato dal Consiglio dei Ministri. Ciò può avvenire a condizione della conformità alle prescrizioni urbanistico-edilizie e dell’avvenuta acquisizione degli atti di assenso in materia ambientale e paesaggistica, nonché di quelli previsti dalle altre norme di settore aventi incidenza

Decreto Semplificazione

Postato in Notizie

Consiglio dei Ministri n.10

19 Giugno 2013

La Presidenza del Consiglio comunica che:

Il Consiglio dei ministri si è riunito oggi alle ore 17,10 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente del Consiglio, Enrico Letta.Segretario il Sottosegretario di Stato alla Presidenza, Filippo Patroni Griffi.

In apertura dei lavori il Ministro del lavoro e della politiche sociali, Enrico Giovannini, ha annunciato che è suo intendimento proporre al Capo dello Stato di attribuire al Sottosegretario di Stato al lavoro e alle politiche sociali, sen. Maria Cecilia Guerra il titolo di Vice Ministro. Il Consiglio ha condiviso l’intenzione del Ministro ed ha approvato la relativa delega di funzioni.

Disegno di legge “Semplificazion

Il Consiglio ha approvato un disegno di legge in materia di semplificazioni, su proposta del Ministro per la Pubblica Amministrazione e la semplificazione, Giampiero D’Alia, che contiene una serie di misure di semplificazione che arricchiscono e completano il quadro degli interventi di sburocratizzazione dell’amministrazione, avviati con il cd. decreto-legge “Fare”, approvato sabato scorso dal Consiglio dei Ministri; si tratta di norme funzionali alla riduzione degli oneri amministrativi e informativi a carico di cittadini e imprese e utili per il rilancio dell’economia e l’ammodernamento del Sistema Paese.
Si tratta, inoltre, di misure di semplificazione a costo zero che, in coerenza con precisi impegni assunti in sede comunitaria, permettono, come richiesto anche dalle maggiori associazioni imprenditoriali, di ridurre gli oneri amministrativi gravanti sulle imprese.

Appalti

Postato in Notizie

Il Decreto Semplificazioni modifica il codice dei contratti pubblici, facilitando le procedure per agevolare la partecipazione alle gare da parte delle piccole e medie imprese. In particolare, si prevede che le stazioni appaltanti devono motivare le ragioni della mancata suddivisione dell’appalto in lotti; l’Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici vigilerà sul rispetto di tale adempimento.Al fine di promuovere lo sviluppo del partenariato pubblico privato, si riconosce alle amministrazioni aggiudicatrici la possibilità di far ricorso a centrali di committenza, anche per l’affidamento dei contratti di concessione di lavori.

Si prevede che, in caso di risoluzione di un rapporto concessorio per motivi attribuibili al concessionario, gli enti finanziatori del progetto possono evitare la risoluzione designando una società che, in un termine non inferiore a 120 giorni, subentri nella concessione al posto del concessionario.
Al fine di ridurre l’overdesign delle opere

Attestati di Certificazione Energetica

Postato in Notizie

Dal 1° aprile 2013 gli Attestati di Certificazione Energetica degli edifici (ACE) potranno essere trasmessi alla Regione Marche esclusivamente per via telematica.
La Regione Marche ha approvato la delibera di giunta 382/2013 che istituisce il Registro degli Attestati di Certificazione Energetica, la banca dati regionale per la consultazione e l’invio dei dati energetici da parte dei professionisti certificatori.
Il progetto rientra nel processo di semplificazione e miglioramento dell’attività amministrativa della Regione che si estende agli strumenti informativi e di controllo in materia di certificazione di sostenibilità energetica e ambientale degli edifici. I professionisti potranno accedere al Registro dati tramite il sito http://ace.regione.marche.it/.
Alleghiamo le linee guida per l’invio degli ACE.
Per chiarire le numerose richieste che ci sono pervenute, le ultime norme annoverano la figura del geometra tra quelle abilitate alla certificazione energetica degli edifici ma il Regolamento introduce un secondo “regime di requisiti” che prevede la frequentazione con esito positivo di un corso di formazione di 64 ore. La norma individua quali potenziali utenti dei corsi di formazione anche figure abilitate ma la cui competenza non copre tutti i settori coinvolti nell’attività di certificazione energetica degli edifici, come per esempio accade per i geometri.
Si specifica che la Regione Marche non ha ancora legiferato, né è stato pubblicato alcun decreto attuativo, pertanto ad oggi la situazione è rimasta invariata e i geometri possono continuare a produrre e trasmettere i certificati energetici con le modalità sopra indicate.

guidaACE